Quaderni Derviesi

Cerca

HomeDocumentiDerviesiTerritorioVarieAbbonamentiIniziativeCuratoreLicenza

Derviesi

Autorità

Famiglie e personaggi

La popolazione

Foto d'epoca

Quaderni Derviesi / Derviesi / Famiglie /

Giuseppe Lazzari

Il 23 marzo 1734 Giuseppe Lazzari, organaro di Chiavenna, si sposò a Dervio con Margherita Anganuzzi.

Mille settecento trenta quatro li venti tre di Marzo
Giuseppe Lazaro figlio di Gio. di Chiavenna ha contrato matrimonio per verba de presenti con Margarita Anganuzzi figlia del sig.r Domenico di Dervio alla presenza di me Francesco Marizzolli Prevosto e del sig.r Canonico Lodovico Venino e sig.r Gio. Mezzera da me chiamati per testimonij, havendo la sposa portatomi il stato libero e la dispensa delle publicationi e del tempo proibito.


Le prime notizie relative all'attività organaria di Giuseppe Lazzari, risalgono al 1735 quando a Chiavenna rifece i mantici dell'organo della collegiata di San Lorenzo.

Nel 1747 lo si ritrova nell'isola di Capraia (arcipelago Toscano) dove realizzò un organo per il convento di sant'Antonio.

Stabilitosi a Bastia, lavorò in diverse chiese corse e nel novembre 1754 comparve per la prima volta in Sardegna.

In un documento si legge: Mestre Joseph Lazary Mestre de organos del qm. Juan nativo de la ciudad de Milano

Il soggiorno sardo si protrasse fino al settembre 1758 quando, fatta procura al figlio maggiore Domenico per curare i suoi interessi e beni, ripartì alla volta della Corsica.

Nel 1761 fu nuovamente a Cagliari dove vennero cresimati (nella parrocchiale di Sant'Eulalia) Carlo e Teresa Lazzari di Giuseppe e Margherita Anganuzzi.

La sua attività professionale nel centro meridione dell'isola fu intensa, ma intraprese un nuovo viaggio in Corsica della durata di 4 mesi.

Nel giugno 1770 la figlia Caterina, nata a Bastia, sposò Giovanni Battista Franco di Lanzo d'Intelvi esponente di una delle principali dinastie di marmorari lombardi attivi in Sardegna.

Due atti notarili del 1779 servono per disbrigare delle pratiche relative a questioni di un'eredità: il defunto cognato dell'organaro, Giuseppe Anganuzzi, con testamento rogato il 6 ottobre del 1778 dal notaio Antonio Maria Lazzari di Vasesina (o molto più probabilmente Valsassina) aveva nominato erede Carlo Giuseppe Maria Lazzari, figlio maschio di Giuseppe. Venne nominato procuratore Giovanni Battista Franco che si recò in Lombardia.

Giuseppe Lazzari morì a Cagliari il 3 febbraio 1784 e venne seppellito nella parrocchiale di Sant'Anna.


Rielaborazione di informazioni gentilmente fornite da R. Milleddu e Sebastien Rubellin


Le serate
Per l'uscita di ogni numero dei Quaderni Derviesi si svolge una serata legata alla storia locale.
Calendario serate


Sezione di dervio.org

Copyright (c) 2001-2002 Michele Casanova
E' garantito il permesso di copiare, distribuire e/o modificare il contenuto di queste pagine, seguendo i termini della Licenza per Documentazione Libera GNU, Versione 1.1 o ogni versione successiva pubblicata dalla Free Software Foundation.



Inizio pagina